PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Solitudine

Ho chiuso gli occhi, la notte è arrivata, dalla mia cameretta una luce fioca vedo arrivare, di là da quel sentiero che chiamo Vita, sempre più grande a poco a poco che si fa vicina..
La vedo sola, di solito attorno noto altre anime, corpi che le fanno strada ma ora non sà spiegarmi il perchè della sua solitudine.
Sarà l'estate, sarà il tempo!!
La solitudine ti prende, come uno squalo, il ventre molle ( di te ) che ha l'anima, ti assale quando non te accorgi... ti violenta, per poi lasciarti dissanguare ai margini, una strada di periferia senza affetto e senza ricordo alcuno.
Una presa grande, una presa bestiale verso chi dentro ha un cuore grande e nulla più!
Morire... come un fiore appena sbocciato, ora noi uomini e, donne soli siamo.
Morire come l'appassire, sradicati dal nostro futuro, lasciati senza acqua nel deserto di questa vita dove non esiste affetto

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Donato Delfin8 il 22/01/2009 23:10
    ahahah come un "palloncino"
    grazie ^^
  • Donato Delfin8 il 22/01/2009 20:39
    grazie Monica a presto
  • Donato Delfin8 il 21/01/2009 17:48
    grazie Mariella a presto
  • Donato Delfin8 il 21/01/2009 15:21
    Grasssie Claudia a presto
  • lucia cecconello il 01/06/2008 13:15
    Solitudine sensazione di vuoto, molto sentita bravo ciao
  • Giovanna Faccendi il 17/02/2008 10:01
    Brutta cosa la solutine espressa molto bene in queste parole la sensazione di vuoto che si prova
  • Riccardo Brumana il 17/10/2007 00:03
    bello il concetto, ma la poesia è troppo prosaica e deficita di struttura per me.
  • Anonimo il 16/10/2007 23:58
    Una solitudine che ti abbraccia malgrado tu voglia sfuggire alla sua presa.
    Bravo.
    Ciao. Angelica.
  • laura cuppone il 16/10/2007 23:29
    straziante solitudine.. nervo scoperto e cuore a nudo..
    indifferenza uccide sempre..
    e la luce è in fondo a un sentiero..
    molto sentita.. complimenti
    L

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0