username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Di inizi

Lasciare un po' di terra al sapore incomprensibile della notte
Così potrebbe un romanzo cominciare
Tra il semi moto di una gita
Sotto i platani del Midi
E le fortezze che
Resistono agli
Assedi del
Mondo.
Non
Provare
Turbamenti
È la regola di chi
Si abbandona ai colori
Che crescono come sguardi
D'amore smarriti tra la luce che illumina
Appena le vie dell'estate nude e in bianco e nero come un desio

di inizi

 

2
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 20/12/2015 17:39
    STRAORDINARIO E... PLAUDIBILE VERSEGGIO
  • Andrea Circolo il 19/12/2015 15:57
    Bellissima, sia nel contenuto che nella forma, complimenti
  • Vincenzo Capitanucci il 19/12/2015 08:38
    Bellissima.. mi hai appena fatto passeggiare .. Roberto.. davanti alle mura del castello di Carcassone.. in una notte d'estate.. come in preda di un desio di inizi.. e le fortezze del tempo..

1 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 28/12/2015 16:47
    "Lasciare un po' di terra al sapore incomprensibile della notte"
    è certamente un'ottima frase per cominciare una poesia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0