PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Di inizi

Lasciare un po' di terra al sapore incomprensibile della notte
Così potrebbe un romanzo cominciare
Tra il semi moto di una gita
Sotto i platani del Midi
E le fortezze che
Resistono agli
Assedi del
Mondo.
Non
Provare
Turbamenti
È la regola di chi
Si abbandona ai colori
Che crescono come sguardi
D'amore smarriti tra la luce che illumina
Appena le vie dell'estate nude e in bianco e nero come un desio

di inizi

 

2
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 20/12/2015 17:39
    STRAORDINARIO E... PLAUDIBILE VERSEGGIO
  • Andrea Circolo il 19/12/2015 15:57
    Bellissima, sia nel contenuto che nella forma, complimenti
  • Vincenzo Capitanucci il 19/12/2015 08:38
    Bellissima.. mi hai appena fatto passeggiare .. Roberto.. davanti alle mura del castello di Carcassone.. in una notte d'estate.. come in preda di un desio di inizi.. e le fortezze del tempo..

1 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 28/12/2015 16:47
    "Lasciare un po' di terra al sapore incomprensibile della notte"
    è certamente un'ottima frase per cominciare una poesia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0