accedi   |   crea nuovo account

Terrah

Serica, sferica, ovoidale
empaticamente anonima,
distolse nell'incanto del divenire,
l'ottagono dell'∞
Parossismo folle del blasfemo urlo,
essenza dell'universo
racchiuso
in magiche ampolle invisibili
allo sguardo del sarto
che rammenda gli strappi del sogno,
lacerazioni di frammenti realtà.
Determinato da un codice binario,
generò un dio folle,
che si dilettò nell'arte effimera della creazione.
Apparve l'uomo sulla terra,
e
Cesare, durante una pausa del suo ∞
afferrò il pensiero.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0