accedi   |   crea nuovo account

La rabbia, la solitudine

Sei arrabbiato con te stesso, con tutti, con la vita.
Eppure non te lo riesci a dire.
Sposti il problema e lo sguardo continuamente,
in un affannoso groviglio di tormenti, scuse e sensi di colpa.
Per dirsi la verità bisogna essere forti.
Per essere forti si deve avere buon cuore e coraggio.
Si sceglie come si intende vivere.
Vivere è una scelta, sopravvivere una conseguenza.
La rabbia distrugge ogni cosa,
sentimenti, parole, progetti e coscienze.
Distrugge in un attimo ogni cosa che tocchi.
Ma questo tu non lo sai.
Chiuso nelle grette verità che ti sei raccontato,
continui a giustificare la tua rabbia.
La colpa è degli altri.
E tu non sei mai in pace, stabile, leggero.
Non sai parlare, comunicare, ascoltare.
Sai solo chiedere e qualunque cosa ti venga donata la distruggi.
Il tuo cuore però reclama amore ed accoglienza.
Sempre. In ogni suo respiro.
Ma anche l'amore che ti viene donato lo distruggi perchè ne hai paura.
Perchè distruggere significa poter scappare.
Scappare però vuol dire allontanarsi ancora dal cuore.
Sei in lotta continua tra ciò che vorresti
e ciò che non sei in grado di avere.
Non sai come fare. Non sei capace.
Perchè non hai mai trovato la forza.
È così bello vivere nella chiarezza.
nelle buone intenzioni,
nella lucidità.
Dà fiducia e sicurezza.
È così bello poter essere accolti.
Così facile prendersi per mano e camminare
su lunghi sentieri, insieme.
Ma se uno dei due è fermo il viaggio è già interrotto.
Ti dimeni tra bisogni e aspettative ma non sai chi sei
e non puoi amare davvero.
Nè sentirti amato.
La guerra continua,
le contraddizioni aumentano,
la rabbia incalza, la vista si annebbia,
le orecchie non sentono, il cuore si chiude
ma batta all'impazzata.
Sei nelle sabbie mobili.
Pronto a ferire, pronto a scappare.
L'amore si allontana, il cuore piange
ma tu non ascolti nessuno, solo la tua rabbia.
E così la porta per scappare è già aperta.
Ora la porta si è chiusa.
Silenzio. È finita la guerra.
Hai lasciato alle spalle il motivo della tua infelicità, dici a te stesso.
E ti senti forte e libero.
Il cuore piange, la mente ti tormenta.
L'aria ristagna.
E tu sopravvivi con la tua rabbia.
Non importa ciò che farai,
dove andrai, con chi starai, la tua rabbia ti seguirà ovunque.
Il tuo cuore ogni tanto ti chiederà aiuto.
Ma tu lo lascerai sanguinare tra rabbia e solitudine.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0