PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La fine del tempo

Verranno stagioni silenziose
con strisce di sole
dipinte sulle facciate
di case vuote.
I sassi si aprono
con petali bianchi
e ragni di luce
vi scavano il nido.
Scivolo
lungo il tempo,
dimensione strana,
nel solo futuro
che abbiamo.
Ridiamo, di morte in morte,
piccoli mostri divini.
Angeli senza memoria.
Universi senza peccati.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 24/10/2007 20:01
    Ha ragione Ugo, il non comprendere a pieno la poesia di Giancarlo è qualcosa che rende la sua opera ancora più bella.
    Bravo, ciao.
    Angelica
  • Ugo Mastrogiovanni il 18/10/2007 14:37
    Comprendere i versi di Noferi non è per tutti, o forse non per me, anche se sempre drammatici, sono di una tensione attraente e godono di un armonia particolare.
  • sara rota il 18/10/2007 08:10
    Una poesia piena di sentimento e d immagini evocative... bravo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0