username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La festa è finita

Finalmente
il desìo s'avvera
e volge al termine la festa
Insulsi giorni
di solitudine compagna
anche in mezzo a tanti
Di ricchi cibi
e luci colorate
Così, tirati a lucido
pensiamo
che la tristezza fugga via
Ma nel cuore
e negli occhi
resta un ricordo
di quando era festa per davvero
Ed un abbraccio
era sincero e caldo
Allora
un bacio ed uno sguardo
scaldavano
più d'un fuoco vero
Ma non é più quel tempo
tutto è ormai
così lontano...
Nella mente resta
un sommesso grido
e nel cuore
una sottil malinconia
Ah! Passasse presto
questa festa
che non è più festa...

 

2
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ivano51 il 28/12/2015 14:58
    Che dire, a me non sembra che non siano più Feste, o che una volta fossero migliori, come tutte le cose anche loro cambiano. Però io le ho sempre passate con le persone che amo, alcune non ci sono più, ma altre hanno preso il loro posto. Persone che si frequentano tutto l'anno, ma le feste danno una leggerezza diversa e quella gioia di sapere che ci siamo sempre, l'uno per l'altro. Senza aspettarsi nulla di più di questo, ma anche allora era così, anche se con ruoli diversi.
  • vincent corbo il 28/12/2015 07:13
    Espressiva al punto giusto. Trasmette il senso di solitudine che si annida quando la festa non è più festa, perché un ricordo doloroso ne offusca la luce.
  • Rocco Michele LETTINI il 28/12/2015 04:22
    Un poetar che rattrista per l'arguta osservazione e la malinconica nostalgia che traspare... pensando al tempo "che scappò": sincero e caldo, un fuoco vero... il bacio, lo sguardo e l'abbraccio. Straordinariamente forgiata... Maria.

2 commenti:

  • Marysol il 29/12/2015 08:12
    Ciao Ivano, grazie del tuo passaggio qui.
    Ti devo una spiegazione... Questa poesia è scritta con lo spirito di chi come me, non ha più i genitori da un po' di tempo.
    Pur avendo una famiglia mia,, sento molto la mancanza di quella di origine.
    Avendo visduto anni intensi vicino ai miei, sento oggi un vuoto incolmabile che si intensifica durante le feste.
    E per
  • Domiziana Gigliotti il 28/12/2015 14:56
    Carissima condivido pienamente il tuo pensiero. Buon Anno

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0