PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La donna della mia vita

Conobbi la bellezza qualche anno fa,
non era solo bella era qualcosa di più,
i suoi abbracci erano una dolce morsa,
suonava uno strumento in modo meraviglioso
"a cucchiarella"
e con il tempo anche un altro strumento
"a votapesce"
spesso mi dedicava sonore odi
e la musica non era mai la stessa
era come Paganini,
non si ripeteva
ma mi suonava sempre un inedito
Com'era bello trovarla fuori scuola,
andavamo via mano nella mano,
a me piaceva tanto camminare sotto al suo braccio
e lei con un sorriso me lo porgeva.
Poi un giorno la lasciai,
scelsi a lei un'altra donna,
ma lei è sempre rimasta nel mio cuore,
l'amo ancora tanto come quando la conobbi,
come quando la conobbi qualche anno fa.
Com'era bella,
era e lo è ancora, ma non è solo bella
è qualcosa di più ...
è mia madre.

 

3
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 29/12/2015 14:49
    UN AUREA DEDICA... PER IL RARO ORO DEL NOSTRO CUORE... UNO SCRIGNO DI INFINITO... CHE SI FA PERENNE PREDILEZIONE... LIETA GIORNATA
  • roberto caterina il 29/12/2015 13:47
    Gradevole la menzione degli strumenti di cucina per fare musica e dare significato all'affetto...

1 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 08/01/2016 14:04
    Un amore che non conosce fine. Forse l'unico amore incondizionato, senza tempo e di inestimabile valore.
    Bellissima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0