username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ardenti sospiri di un vulcano

Sospesi,
Dal flebile respiro
sorpresi.
Giorni di meraviglia
vissuti con te.
Mi drogo dell'aria
che muovi,
con gli occhi un bagliore
che si chiama amore.
Resina profumata
dalle lacrime
di commossa felicità.
Freme il desiderio
di entrarti,
brucio di passione
nei tuoi umori tiepidi.
Splendono come biglie
di cristallo,
quando scivolano dalle tue gambe.
Nell'intreccio ardente
tra i profumi del nettare
e i pensiero più infimi,
il desiderio scivola senza indugio,
bagnando la pelle del mio viso.,
Tu mi prendi delicatamente,
una carezza leggera,
la tua mano che rinvigorisce
il frutto
e poi un bacio,
a suggellare l'innata dolcezza.
Dentro di me
un vulcano in piena eruzione,
ma non c' è fretta di spegnere
la prorompente lava.
Riflessi sul mio volto
della luce
nei tuoi occhi lucidi
il desiderio va su e giù,
il mio corpo trema.
Le mie mani ovunque...
sui tuoi capelli di seta,
sulle tue sinuose spalle,
sul turgido seno,
diventa mio tutto ciò
che di te si può amare.
Rapito dalla bramante passione,
fisso il tuo sguardo
stravolto ed incantato dalla tua bellezza,
Sei una donna vera,
con la musica del tuo ansimante respiro

12

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0