accedi   |   crea nuovo account

Teorema

- ... I suoi occhi lottavano come rematori

nell'infinito morto

con speranze di sogno e materia

di esseri che escono dal mare...

P. Neruda -


Quando perdi tutto

e
forse è stata proprio Lei

l'onda

nella sua incommensurabile e inosservata bellezza

a lasciarti

a
nudo

essendo
per essere

l'unica e incontrastata regina

del Tuo cielo
la spiaggia

ecco
giungere a Te

l'Eternità

ha
molti versi tra le mani

visi
di innumerevoli destini

come cristalli
posti
su un piedistallo d'argento

nel cuore Ti consegna

un poema

da terminare

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

... Quando il cuore piange su quello che ha perduto ... lo spirito ride su quello che ha trovato ..

anonimo


1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 05/01/2016 16:33
    Un plauso sincero per questa tua straordinaria.
  • Rocco Michele LETTINI il 05/01/2016 06:00
    L'ETERNITA'... I VERSI DELLA POESIA IMMORTALE... DELLA POESIA DA SCRIVERE... PERCHÈ FIERA DI AVER UN SEGUITO... DI LETTURA... DI VEDUTA RETTITUDINE... ECCEZIONALE VINCE'... LIETA GIORNATA.

1 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 05/01/2016 14:22
    All'indiscussa sottile poetica, Capitanucci aggiunge il suo stile di profonda razionalità etica e sorprende sempre.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0