accedi   |   crea nuovo account

Il buio della notte è affollato di dolore

Sgangherato
in sedia

ho
le labbra dei piedi appoggiate al suolo

muta
è
la stanza

troppo piccola di pareti
e
troppo immensa in angoli vivi per non assistere alla rinascita di un cielo morente

Cammino
lungo corridoi affollati di gente

dove
è
la luce

quanto
ha di me il dolore

freddo
il camino

quando il sole tace

piange

Vorrei sentire una radice di stella crescermi dentro

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ciro giordano il 06/01/2016 15:28
    amara poesia realistica e visionaria al tempo stesso... Gli spunti offerti dalla realtà cozzano con lo stato d'animo raccolto e malinconico, il risultato è bello, per me
  • Rocco Michele LETTINI il 06/01/2016 11:35
    Una chiusa triste... sentita... a considerazione di un vissuto angosciato... Serena giornata Vincenzo

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0