username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Montagna di Diamanti

Passa, come un ricordo.
Va via e passa.
Piccoli e sottili
come aghi
con coi cucivi i miei dolori,
morbidi e delicati, caldi...
"quant'erano caldi i tuoi abbracci".
Una montagna di diamanti,
ricordi allo stato grezzo
"e mi li trovo a fissare" puri...
parlano dei tuoi occhi,
guidano la mia vita.

 

1
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 07/01/2016 06:22
    Una bella poesia con qualche refuso da correggere.
  • Rocco Michele LETTINI il 06/01/2016 11:48
    Gli abbracci? Diamanti dell'affetto! Straordinario verseggio.
  • Vincenzo Capitanucci il 06/01/2016 09:30
    bellissima.. Salvatore.. è come fissare la purezza di una stella.. guidano... e come aghi.. ricuciono..

1 commenti:

  • Salvatore Arianna il 16/01/2016 13:28
    vincent più che refuso è un semplice gioco di parole mascherato dal fatto che vi è già un altro verso tra apici. La poesia è dedicata alla mia defunta madre e nella sonorità di quel verso ne riesco a sentire il nome: Emilia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0