accedi   |   crea nuovo account

Non sono ancora pronto (maledetti numeri)

Sette, perché mi perseguiti da una vita?
C'eri nel giorno della sfiga
o della mia nascita
e pure nell'anno dell'alluvione,
forse nella mia culla geografica?

Sette come i sette giorni della settimana
sette come i sette peccati capitali
di ogni santo giorno.
La cabala, la matematica,
mi perseguitano, ma io non ci capisco niente.

Uno, parliamo anche del mese più freddo?
E poi il numero più maledetto di tutti:
il ventinove!

Non dico che non siano volati,
per non dire di quanto mi senta vecchio e inutile...

uscire dalla ventina...

ancora numeri,

entrare nella trentina,

inutile dirlo: non sono ancora pronto.

Maledetti numeri!!!

 

5
5 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 17/01/2016 06:26
    29 anni sono pochissimi... buon compleanno signor Capricorno.
  • Vincenzo Capitanucci il 16/01/2016 16:57
    i numeri sono ovunque.. non puoi fare un passo senza incontrarne una.. hanno una metrica tutta loro per farci dare... i numeri.. Buon anni Fri...
  • andrea il 16/01/2016 15:37
    A prescindere dalla numerologia invidio i tuoi anni avendone ormai il doppio, bella poesia
  • roberto caterina il 16/01/2016 09:48
    Il 29 febbraio dei maledetti anni bisestili, belle considerazioni sui cinici numeri che alla fine non se ne importano se noi siamo pronti o meno...

5 commenti:

  • frivolous b. il 23/01/2016 09:38
    Grazie a tutti per gli auguri e i bei commenti! @Vincent già poi c'è di mezzo anche la maledetta questione dei segni! @Mary grazie per la condivisione della tua "meravigliosa storia"
  • Marysol il 17/01/2016 12:44
    Dimenticavo... augurissimi per i tuoi verdissimi anni, ti auguro che tu possa trarre il meglio dalla vita...
  • Marysol il 17/01/2016 12:42
    Caro, carissimo Frivolous,;nessuno più di me ti capisce...
    A volte i numeri ci perseguitano per davvero. Non è una fissazione, è pura
    realtà oggettiva.
    Senti qua...
    Mia madre è morta nel 2012, le mie figlie sono nate a 12 anni di distanza (7 giugno-10 giugno); mio padre è morto il 12 aprile, mia suocera è morta 12 anni dopo il marito, loro erano stati 12 anni in Venezuela; mio marito è nato 12 anni dopo il fratello (anche loro stesso mese).
    Nel 2012 ho finito di pagare il mutuo, ho il 12 nella targa della macchina come ultimi due numeri. Quest'anno sono 12 anni che ho smesso di fumare...
    Giudica tu...
    Un abbraccio
  • loretta margherita citarei il 16/01/2016 18:09
    ammiro la tua originalità, mitico
  • Gianni Spadavecchia il 16/01/2016 11:13
    A volte la nostra vita viene etichettata da un numero, da diversi numeri.
    Diventiamo, spesso, schiavi di essi. Ma diciamocelo,è giusto?
    Bella poesia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0