accedi   |   crea nuovo account

Domenica al centro commerciale

Guardavo le vetrine,
ieri,
nel grande centro commerciale.

Bellissimo quel modello di tv led
da 50 pollici,
stupendo quel notebook piccolissimo,
il mio sogno.

Quante cose avrei voluto comprare,
quante, ma dovevo accontentarmi
di osservarle.

Andando via pensavo
che sarebbero rimaste
nell'immaginario dei miei sogni.

Proprio all'uscita incrociai una stupenda ragazza,
sorrideva,
con le mani faceva scorrere lentamente
le ruote della sua sedia a rotelle.

La guardai
cercando di non farmi notare,
sentii come un grande vuoto dentro
non riuscendo a trovare alcuna risposta
alle mie domande,
poi, alzai gli occhi al cielo,
tolsi gli occhiali e mi sfregai le palpebre
con le dita.

Riguardai le vetrine poi
ancora un attimo la ragazza
ed andai via.

 

0
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Gianni Spadavecchia il 23/01/2016 12:10
    Una tristezza dovuta quasi ad un pentimento di un qualcosa che non si è voluto dire. Un attimo di coraggio mancato.
    A volte le cose materiali non sono nulla.
  • Don Pompeo Mongiello il 23/01/2016 11:24
    Molto piaciuta ed apprezzata questa tua veramente straordinaria!
  • Vincenzo Capitanucci il 20/01/2016 07:56
    ci sono cose fuori commercio.. una è la bellezza.. e l'altra è la sofferenza portata con un sorriso...
  • Anonimo il 19/01/2016 19:29
    Potevi restare al centro commerciale e dichiararti, ma ti sei tirato indietro...

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0