username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Mi piacerebbe...

Oggi vi canto, felice
Di quello che qualcuno mi dice.
Qualcuno così vicino
Che a confronto, il mio vestitino
È lontano miglia.

C'è qualcuno che al mattino
Si sveglia con il canto del suo bambino.
C'è qualcun altro che alla sera
Si addormenta deliziato dalla bontà vera,
Come l'amor di famiglia.

Sentimento che non da tregua
Il cuore che, prima silente, è ormai alla sua stregua
Sensazione incancellabile
Poichè la sua voce soave si espande, abile,
Come nella palude, la fanghiglia.

E così mi impossessa infine
Poichè le sue parole si fanno troppo a me vicine
E se provo a riempir i vuoti
Si ricreano in me dei grandissimi moti
E non so che mi piglia.

E mi piacerebbe
Saper dove vai
E saper perchè mai
Tu con me non ci stai

E mi piacerebbere sai
Prender la tua mano
E portarti lontano
Con il mio sentimento, sano.

Vorrei.
Ma non saprei.
Potrei.
Ma ne morirei.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 21/10/2007 11:06
    Versi sinceri, in parte anche gioiosi, infondono grazia e ritmo.
  • luigi deluca il 20/10/2007 06:09
    una prima interpretazione è:
    una tua ex ha avuto un figlio con un altro col quale adesso convive? Beh c'est la vie! Non è l'interpretazione giusta? Dacci una dritta gigi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0