PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Parole contro

Il reparto galleggia nel sudiciume della follia

un uomo, una donna, dieci uomini, dieci donne

Cos'è che ha reso così ostile questo posto?
Brutture? Disagi? O forse solamente la natura primordiale dell'uomo?

C'è un tempo per soffrire, un tempo nuovo per trovare rimedi

Una penna, adesso, o forse solo un pensiero

parole tirate contro, compromettenti, aggressive, vere
come pugnali dalla punta acuminata

Parole, adesso, per cambiare una storia o
ridurre a passato tutto il male dell'Universo.

 

3
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 23/01/2016 14:26
    Parole pietre e parole libere per mutare davvero in senso positivo... oppure semplicemente per ingannare e cambiare le carte in tavola...
  • Rocco Michele LETTINI il 23/01/2016 10:51
    Brutture? Disagi? Adesso si dovrà cambiare la storia... per vivere... per un sorridere... Eccezionale Ferdinando.

1 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 23/01/2016 11:58
    Parole per rendere i disagi un po' meno ostili, per rendere il mondo un po' meno cattivo.
    Bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0