PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Venti d'aprile

Con ali nuove, voi, venti d'aprile,
più freschi, in mare, carezzate l'onde,
le spingete a vanir sull'arenile
tra corone di schiume in bianche fronde.

Una, nel largo, per incanto è sorta
sotto un respiro lungo, più nervoso,
e già s'arresta dove l'altra è morta,
in continuo tornar senza riposo.

Risorge un sussurrar, come di canti,
un rinnovarsi eterno di promesse,
accenni ambigui d'incostanti amanti.

Son solo offerte, e non son mai le stesse,
che i venti portan via, larghi, distanti,
solo una volta dette e non concesse.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti: