accedi   |   crea nuovo account

Dal simbolismo alla tragedia umana

- che la mia chiglia esploda che io vada al mare ( Rimbaud ) -

Per evadere dalla prigione e risorgere nel tesoro di Montecristo bisogna sapere fingersi morti ai sensi ( non solo a quelli di colpa )

- Notiziario seriale della sera : avvisiamo i nostri canonizzati telespettatori che ai sensi della legge divina ogni uomo è considerato automaticamente colpevole se è causa diretta o indiretta della morte di un suo simile

per decreto ministeriale solo stati e governi saranno assolti perché quello che è crimine per un cittadino è lecito lievito per uno stato ( tipo vendita d'armi giochi d'azzardo e altro ancora ) -

ma più nessuno ha il coraggio di farsi gettare in mare mio Caro Edmondo

se non qualche milione di poveri Cristi in cerca di un boccone di pane
e
di un mondo che sia meno amaro del fiele nel gridar vendetta

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 02/02/2016 09:25
    Veramente molto piaciuta e ti faccio quindi i miei più vivi complimenti!
  • Rocco Michele LETTINI il 31/01/2016 13:42
    Un toccante e profondo verseggio che evidenzia la triste realtà dei tanti emigranti che sfidano mille sorti per una quotidianità più umana. e si ritrovano ad essere solo Poveri Cristi tra tanti gelidi animi... Espressivamente magistrale Vincè.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0