PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

I figli sono del mondo

Molte volte mi son detto
che i figli sono
figli del mondo
troppe volte ho ripensato
che in questo pensiero
potesse esserci qualcosa di sbagliato.
Io sono stato un figlio lontano
ma non ho mai dimenticato
ne Chi mi ha dato la vita
e nemmeno la mia famiglia.
Anche se il tempo
senza rumore
ci porta in giro
per tutto il mondo
ci lascia tutti ad una stazione
che ha il nome strano di nostalgia.
Ho detto nostalgia e non rimpianto
perché ho fatto tutto con il cuore
e se rimpianti avessi ammetterei
d'aver sbagliato vita... e non è vero.
Tante cose so che mi son perso
in parte solamente, ma è così
e se potessi indietro ritornare
qualcosa inventerei per rimediare.
Cosa...?
Ve lo dico nella prossima vita
... o nella prossima poesia.

 

2
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • andrea il 05/02/2016 15:23
    noi staremo ad aspettare la prossima poesia, la prossima vita chissà..., comunque la penso allo stesso modo.
  • Rocco Michele LETTINI il 05/02/2016 14:53
    Espressivamente diligente e di elevata fattura...
  • frivolous b. il 05/02/2016 13:47
    Poesia bella originale e sperimentale come piacciono a me!

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0