username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sull'orlo del mare

Tra i palmeti, la bianca e vasta spiaggia,
dal mare trasparente accarezzata,
dolcemente lambita dall'ondata
chiara e calda, che a riva ampia spumeggia.

Digrada l'ampia sponda che verdeggia
nel torrido silenzio, a tratti rotto
dal cinguettio d'un agil passerotto
che scende sulla rena e che beccheggia.

Stormiscono le palme al venticello;
all'ombra si riparan due negretti
che bevono ridenti il latticello

del cocco ch'è caduto sul più bello,
per dissetare i piccoli furbetti;
l'hanno rubato al giallo e rosso uccello.

Paffuti e rotondetti,
su quel candore spiccano perché
son come lucidi chicchi di caffè.

 

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 07/02/2016 12:52
    UN SONETO CHE TI ELEVA POETICAMENTE... TUTTO È UN AUREO SUSSEGGUIRSI... IMPECCABILE IL RIMARE... LIETA DOMENICA.

1 commenti:

  • Verbena il 07/02/2016 13:22
    Grazie Rocco, buon pomeriggio a te.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0