PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

I nomadi innamorati

Crescere intrepidi come i rami dei peri
Avvicinarsi al bianco delle nubi
E aspettare che il gran sanare
Porti all'indifferenza

Un po' prima
Ci sarà ancora una mezza giornata
In cui la mente potrà avere pensieri
Non solo di pietra
E agili passi

Dominano le tempeste
I nomadi innamorati

 

2
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Gianni Spadavecchia il 13/02/2016 22:22
    Niente riesce a prevalere sull'amore, sulla nascita di esso e la sua forza.
    Nemmeno le tempeste.
  • Rocco Michele LETTINI il 12/02/2016 08:28
    nelle tempeste della vita... siamo tutti nomadi innamorati... E un dopo che non vedo! Espressivamente elogiabile Roberto.
  • Vincenzo Capitanucci il 12/02/2016 08:08
    il movimento e l'amore... dominano le tempeste .. le stasi.. ed i dubbi.. si dissolveranno in pensieri dagli agili passi..

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0