accedi   |   crea nuovo account

Anche la notte, a volte, dice bellezza

Come primule che sbocciano per destare fragore,
anche la notte, a volte, dice bellezza.
La vista della notte mi fa amare e sognare,
desidero, adesso, morire sotto questo lume caldo
mentre casalinghe arrabbiate recitano un rosario
nel silenzio di una stanzetta vuota.
È bello veder case illuminate nel buio,
un cinghiale cercare prede nella campagna stanca,
sentire ronzare zanzare alla ricerca di dolci e succosi sangui.
Sarebbe bello andare per le vie con una boccia in grado
di catturarne l'odore, sarebbe bello inalarlo per ore...
lo senti... l'odore della notte.
Desidero essere radice del pioppo solitario,
desidero essere un pozzo di stelle posato in fondo al cielo,
desidero essere montagna sicura
e bianca rugiada infantile
desidero naufragare in un mare nero
galleggiare in un cielo nero
essere un cigno nero
nella notte e nel buio.
Questo desidero, niente di più.

 

1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 18/02/2016 11:33
    Encomiabile Ferdinando. Hai preso con il cuore. Lieta giornata.
  • Vincenzo Capitanucci il 18/02/2016 08:50
    desidero il nero.. essere cinghiale e preda infantile di campagna stanca... bellissima Ferdinando...

1 commenti:

  • Bruno Gasparri il 18/02/2016 16:42
    (mentre casalinghe arrabbiate cadenzano un rosario nel silenzio di una stanzetta vuota.)
    Devo dire che è un strano concetto, l'insieme della tua poesia vaga nel buio della tua notte.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0