username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Lucidità distorsioni fonetiche ramificazioni mentali e inganni

- ogni superficie lucida riflette la luce
spesso distorcendola
la priva a riva di compassione nutrendola di inganni -

Agli ami dell'amore
detti confezionati sussurrati
si unì
la rabbia

possessiva

compulsiva

dai rami
si passò
alla scabbia

dalle ramificazioni
ai deserti di sabbia

dalle armi
ebbi
l'abbia

Fu
così che dai fiori primaverili del pesco
uscì il verme

e
nel vedermi andare a pesca lo usai come esca

 

2
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Michele Sperduto il 22/02/2016 21:35
    Tanti giochi di parole in questo testo, molto bello apprezzato
  • Don Pompeo Mongiello il 22/02/2016 08:33
    Direi un'acuta riflessione messa in versi bellissimamente.
  • Rocco Michele LETTINI il 22/02/2016 08:29
    UN POETAR CHE PORTA A RIFLETTERE... METAFORE DA MAESTRO... IL MIO ELOGIO E LA MIA SERNA SETTIMANA VINCE'.

3 commenti:

  • Rocco Michele LETTINI il 22/02/2016 19:29
    UN PORTAR AD HOC... ESPRESSIVAMENTE MEDITABILE... IL MIO ELOGIO E LA MIA SERENA SERATA VINCE'.
  • loretta margherita citarei il 22/02/2016 18:35
    versi che fan riflettere, sempre al topo cap
  • Chira il 22/02/2016 08:53
    Se mi guardo intorno vedo pochissima compassione amorevole e moltissimi inganni, sfruttamento e sfruttamento... c'è una regia occulta che sta spargendo dolore in ogni dove e troppi vedono solo in superficie... I tuoi magnifici versi sono la foto perfetta di un sentire di anime delicate verso gli ultimi accadimenti, verso una marea d'ingiustizie e dolore che sembra non poter mai vedere la fine. Sempre AMORE profondo dal grande Capitano!
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0