PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ascesi Cosmica

In principio fu il rosso.
Quel manifestarsi all'occhio
un lampo
luminosa folgore
qual mi trasformo'l'Amore.
Di lì diritto innanzi
l'Ascesi Cosmica
e trasmutatrice l'arte.
In principio fu il rosso.
Di già il ricordo rinsalir
odo
a mio modo;
la dottrina avvelata
d'un trasparente,
ed il mio Centro nel petto centro
un vortice animoso
in dinamico moto.
Diritto d'evoluzione
a avvalersi
con l'Amore in ascensione.
Fu la rivolta di
Novembre
con nuvole più lente
il tempo più composto
rigido in sua corsa,
donde tutto era isolato
e quel grigio
di coperte nuvole
pennellava anche Nitr,
in prima fila
a farsi reduce
d'una battaglia
senza l'arme
ed i cavalli;
e tutti cavalieri
eravamo,
sì fedeli ancor
alla Verità
nascosa come indegna,
nascosa come amuleto.
In principio fu il rosso.
All'istante
un'istantanea,
l'immenso d'una pupilla,
la vibrazione d'un tempo,
più lento nell'andare,
mirai a Nitr
e trapelai suo Essere,
osservai l'Aura,
il fisiologico corpo

12345

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0