username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La poca luce rimasta

Ho verità di polvere il giorno
e
mani di cristallo nelle notti di ebano

frantumi di stelle lontane
e
impronte di calici impresse sulle tovaglie dei tavoli

a lacerare
in ricordi di cene

la poca luce nelle mie mani rimasta

 

4
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 28/02/2016 19:21
    molto lacerante e ferente come il raggio della poca luce rimasta, bella...
  • Rocco Michele LETTINI il 27/02/2016 17:01
    UN SENTITO VERSEGGIO FORGIATO CON ARGUZIA... SERENO SABATO SERA.
  • Don Pompeo Mongiello il 27/02/2016 14:28
    Un serto dovuto e sincero per questa tua straordinaria davvero!
  • ciro giordano il 27/02/2016 11:02
    malinconica, accenti struggenti in quelle"impronte di calici impresse sulle tovaglie dei tavoli a lacerare il ricordi di cene..."molto bella

1 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 29/02/2016 16:10
    Quel poco che è rimasto e che cerchiamo di tenerci stretto.
    Bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0