username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Quasi un'ouverture in un teatro deserto, mon amour

Fosse giusto un po' meno frenetico
quel senso d'agonia che ogni tanto
prende la via maestra e si fa angelo
vendicatore su tutti i rancori che rimangono
a riva quando è tardi, a mischiarsi alle chele disperate
dei perdigiorno che sottraggono
ardore all'età e poi si lamentano del tempo
e a quel che col sole rimane appeso
dei sospiri annoiati dei poveri amanti in vetrina,
potrei anche mettere il cuore sotto un guscio di noce
e sorridere al vento, come fanno le pietre.
Ma ti so sospesa a quel danno che mi fece
diventare avido, come un bambino
che disegna mostri tra gli scogli ma non sa
dare trasparenza ai contorni e si danna,
perché non trova un verso che lo ripaghi
della fatica immane che lo costringe a rimanere sveglio.

Anche per me, se lo chiedi,
il sepolcro è mezzo sfatto: il tuo amore è in pendenza
e scivola anche quando fuori si respira solo luce.
Un giorno ti chiederai come tornare a casa
senza svegliare chi ha passato i secoli
a rincorrere un filo d'erba bruciando spine
e scavando pozzi col rosso delle gengive.
Montagne sempre più affilate, mezze verità.

Ma se allungherai di qualche tratto appena gli spigoli,
fino ad intessere regole che ti faranno credere
d'essere finalmente arrivata in cima, e poi
bacerai l'immagine riflessa in una ringhiera
di ferro lucidato ad arte dalle manie di chi si affaccia
senza pensare alle pene degli ultimi cristi,
allora sì che ti si svelerà l'ombra che pensavi disfatta.
E berrai caffè. Solo per nascondere il nero
che consuma i miracoli, quando
fuori c'è una luna che sembra uno specchio
ma non c'è acqua che basti a dissetare i deboli.
Quasi un'ouverture in un teatro deserto, mon amour.

 

0
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 27/02/2016 17:12
    UN RIFLESSIVO QUANTO ECCELLENTE DECANTO IN ARGUTE STROFE. SERENO SABATO SERA SALVATORE...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0