accedi   |   crea nuovo account

Yoguth e frutta

Sono rimasta quella che si nutre
di yogurt e frutta e che non si sazia
e per questo il tempo passa
a raschiare, mentecatta, una tazza o
un vasetto, che produce suoni fastidiosi,
che irritavano i nervi della mia insegnante.
Oggi forse qualche insulso passante,
che per i più non capisce niente,
lo yogurt lo usa per i dolci,
la frutta come guarnizione.

E di tutta la mia afflizione?
Della mia fame di scolara?
Del mio bisogno d'amore?

Beh signori questo è il mondo,
ognuno mostra le sue pietanze,
io sono quella dello yogurt e della frutta,
se interpellaste la mia vecchia insegnante,
dalla tomba riemergerebbe urlante Furia
per quel rumore fastidioso " cri... cri..."
sfrega la plastica il cucchiaino,
non scorre la versione di greco o di latino
,
Cri... cri... e gli occhi fiammeggianti,
azzurri, esaltati da spesse lenti,
non fermarono dell'alunna il cipiglio
di fare della sua fastidiosa azione
l'esempio d'una mini rivoluzione

 

l'autore silvia leuzzi ha riportato queste note sull'opera

Dedicata alla mia insegnante del ginnasio, molto odiata


2
3 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 04/03/2016 13:15
    L'originalità di certo non ti manca e questa tua lo dimostra con disinvoltura e delizia.
  • frivolous b. il 03/03/2016 08:56
    Ahahahah... ottima anche la dedica... poesia molto significativa e che mi ricorda il miglior Foscolo, brava!
  • Vincenzo Capitanucci il 03/03/2016 07:51
    Ah Silvia rimembri ancora... quel bisogno d'Amore.. che manifestavi in quel cri cri di cicala.. ed avevi per risposta il fiammeggiare degli occhi della Tua vecchia insegnante..
  • Rocco Michele LETTINI il 02/03/2016 18:42
    UN ACUTO QUANTO SENTITO VERSEGGIO SEQUELATO CON BRAMOSIA... L'ODIO NON DISGIUNGE NEL TEMPO... PERCHÈ IL FERIRE È DETURPANTE CICATRICE... LIETA SERATA.

3 commenti:

  • silvia leuzzi il 06/03/2016 07:09
    grazie Pompeo, cerco di lavorare in modo da presentare i pensieri in combinazioni più svariate. Sai, amico mio, la poesia bisogna renderla comprensibile, leggera e condivisibile altrimenti i soliti versi di cuore, amore, sudore, tramonti e fiorellini hanno scassato i marroncini ahahhahahhah buona domenica e grazie grazie davvero
  • silvia leuzzi il 03/03/2016 16:35
    Grazie Fri a Foscolo non avevo pensato, ma tu lo sai, io sono una povera ignorantella, per qualcuno neanche sembra abbia preso un diploma, si che me lo sono sudato sai? ahahh va beh c'est la vie
  • silvia leuzzi il 03/03/2016 08:03
    Grazie Vincenzo, veramente carina questo tuo commento, parafrasando il grande Giacomo. Grazie anche a te Rocco, sempre gentile e raffinato nei tuoi commenti. vi auguro una splendida giornata di poesia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0