username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

ansimo e vivo

Ansimo e vivo, anelando
il tuo sorriso incredibilmente dolce;
averlo; conservarlo;
e possibilmente, in eterno sognarlo;
io lo so, però, che il tuo sguardo, come falce
affilata, mi ucciderà ridendo;
tu, ridendo della mia dedizione,
sarai la dea della perdizione...
voglio morir di te, dei tuoi occhi...
e donarti la rima dei miei versi... sciocchi.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • sabrina balbinetti il 20/07/2008 15:20
    coosa c'è di più bello di un dolce sorriso?
    sabry
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 23/05/2008 19:34
    non sono schiocchi, ma non è per me la dedica cmq li ho trovati dolci
  • bohemien empatico il 13/11/2007 16:08
    complimenti, davvero molto bella questa poesia!
  • Riccardo Brumana il 24/10/2007 22:17
    poesia che lascia intravedere una grande passione. potrebbero essere i pensieri di uno stallone mentre vede la puledra che sta per "coprire". piaciuta!
  • Maria Lupo il 22/10/2007 20:02
    Molto efficace la resa di questo senso di smarrimento, di perdita di sè nell'amore... e anche del sentirsi sciocchi ma in fondo felici di esserlo.
  • Anonimo il 20/10/2007 12:35
    Non se è mai sciocchi quando si ha questa capacità d'amare.
    Bravo Gigi.
    Angelica.
  • Cinzia Gargiulo il 19/10/2007 22:48
    Bellissima!!
  • laura cuppone il 19/10/2007 11:12
    mi piace.. l'abbandono alla "perdizione" dell'amore..
    ciao L

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0