accedi   |   crea nuovo account

Guardati

Guardati. Sei nata.
Sei di terra e di luce
come il mondo.
è tutto un terrore di spine,
il tuo sguardo,
nella primavera delle cose.
La luce che risplende in te
è frastornata
dal vizio di essere donna,
come la terra,
sangue delle tue vene azzurre.
Il secolo breve ti ha visto
venire al mondo.
è un dono.
Un regalo di Dio.
Una benedizione.
Non voglio rubare
il tuo cuore,
ma solo sarò felice
se tu possa
sfiorare il mio,
delicatamente,
con una rosa o
con una pietra,
oppure con le tue mani magre,
la cui bellezza
ritorna nel mio sguardo
come una lama lucente.

 

3
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 04/03/2016 13:12
    IL FASCINO È MAESTRIA NEI TUOI ESPRESSIVI VERSI. LIETO MERIGGIO FERDINANDO.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0