PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Felice olfatto (scherzosa e ipotetica invettiva di Torquato Tasso contro Monsieur Proust)

Ma il buon campione sa opporsi
Al vostro desire
Quando in angusto spazio
Non faccia fuggir sua voce
Verso il cielo immenso
E irraggiungibile
E non sia del Vostro cuore
L'invisibile strumento

e

Venuta l'ora della ricca cena
Ei s'avvede e scruta che non sia
In Voi avarizia alcuna
Ma rara virtù e esempio
Che aggiunga ai più lieti sensi
Il felice olfatto

Per trovare non ricordi e maddalene
Ma visioni e paradisi e grazie e invenzioni
Di futuri ingegni.

 

3
0 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 06/03/2016 12:14
    Fantasiosa e scaltra questa tua bellissima!
  • Rocco Michele LETTINI il 05/03/2016 18:41
    Olfatto fine dai tuoi versi di maestro lettore della vita. Il mio elogio Roberto.
  • frivolous b. il 05/03/2016 09:35
    stile neoclassico... poesia particolare... apprezzata l'originalità!
  • Vincenzo Capitanucci il 05/03/2016 08:53
    Dalla Gerusalemme liberata alla Maddalena di Proust.. sarà l'olfatto a creare visioni di paradisi grazie ricordi e invenzioni nell'animo umano.. invitandolo a un banchetto idilliaco-eroico che non si perda in cielo..

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0