accedi   |   crea nuovo account

La Festa infinita ( 8x3 = 16 )

- pensavano di farmi la festa di mortificarmi a vita nella creatività della mia carne e invece mi resero nascita di Festa infinita -

Millenni
e
vite intere

trascorse
a piedi nudi
e
a testa bassa

su sentieri impregnati e costellati di geli spine e violenza

hanno
dato al giardino segreto della mia voce

intuiti di primavera

" Amore mio
tendimi la mano
e
dammi
e
dimmi Amore

Ho braccia
come rami

irrazionali
e
imprevedibili

di festosa accoglienza

dove
giace

supino

l'eterno canto "

 

3
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 08/03/2016 09:05
    Un inno per le donne di tutto il mondo che in certi passi sembra echeggiare Prévert
  • Rocco Michele LETTINI il 08/03/2016 06:17
    UN ECCEZIONALE VERSEGGIO FIRMATO CON ARGUZIA... NON RESTA CHE AUGURARLE NON SOLO UNA FELICISSIMA FESTA... MA UNA VITTORIA CHE LE LIBERI DA TANTI SOPRUSI... TANTI TORMENTI... TANTE DELUSIONI...
    CIAO VINCENZO...
  • roberto caterina il 08/03/2016 05:38
    Feste infinite di primavera dove i conti non tornano mai...

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 09/03/2016 06:15
    sempre geniale cap!
  • Chira il 08/03/2016 10:10
    Versi intriganti, particolari, originali, insomma alla "Capitanucci". Auguri accolti per la profondità e l'amore che contengono. Grazie! Ma quando non ci sarà più questa festa per raggiunta uguaglianza nella DIVERSITà fra uomini e donne?!
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0