accedi   |   crea nuovo account

Uccidere per noia e droga

Se proprio vuoi drogarti,
drògati di quotidiano lavoro, di sonore risate,
di sani e divertenti scherzi, di allegre scampagnate,
di fresca e dissetante acqua di sorgente.
Recati al parco e riassapora l'emozione di un'altalena
o distenditi sull'erba a contemplare il cielo,
a rincorrere con lo sguardo le instabili nuvole,
a seguire il volo festoso delle rondini
e ad ascoltare i loro spensierati garriti;
riprova il brivido del vento che gioca con i tuoi capelli
e che porta da lontano, proprio per te,
il profumo dei fiori di campo.
Passeggia a piedi nudi sulla sabbia
e ascolta i discorsi del mare
o i silenzi notturni della natura addormentata
in un riposo che prepara il nuovo sorgere del sole.
Rimani estasiato nel momento in cui l'alba
porge la mano all'aurora in uno sfolgorio di colori
nella variopinta tavolozza del cielo;
osserva il sole che si prepara a donare la vita all'intero creato,
fatti riscaldare dai suoi raggi benefici
come quando la mamma ti conduceva in campagna
e tu impostavi ardite capriole
e innalzavi argentine, puerili risate.
Drògati di affetto per quel gattino
che ti vede triste e depresso,
o per il tuo cagnolino sempre a te fedele
e pronto a dichiararti quell'amore che tu più non assecondi.
Drògati di uno squisito pasto e gusta il santo frutto del grano,
quel pane odoroso che quasi più non ti aggrada;
ridona al tuo palato il grato e intenso sapore della pesca,
della fragola, della ciliegia, dell'uva
e di tutto ciò che da bimbo lietamente assaporavi.
Canta a viva voce la canzone dell'amore
e l'inno di ringraziamento a quel Dio che ti ha donato la vita
che tu più non apprezzi, inseguendo la sorte
di chi alla vita non offre spiragli.
Restituisci a tua madre i sorrisi perduti e troppo presto rubati,
calpestati e violentati da quel veleno
che ti ha avvinghiato e che ti ha tolto la libertà.

 

2
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 11/03/2016 18:14
    VERSI DA SCORRERE... VERSI DA ENCOMIARE... PEL SUO AUREO DECANTO CHE SI LAUREA MESSAGGERO DI GAUDIOSO VIVERE... IL MIO ELOGIO E IL MIO AUGURIO DI UN SERENO FINE SETTIMANA MARIO.

3 commenti:

  • Mario Olimpieri il 12/03/2016 07:57
    Grazie, Rocco, e Buona domenica.
  • Mario Olimpieri il 11/03/2016 12:29
    Caro Antonio, hai condiviso i buoni sentimenti e la ricchezza di saper apprezzare la natura.
  • Antonio Tanelli il 11/03/2016 11:36
    Assaporare il gusto delle cose semplici, per ritornare a vivere. Condivisa e apprezzata, un saluto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0