accedi   |   crea nuovo account

Non so neanche quanti soli avevamo

Ci nutrivamo di sole
come se avessimo un gelido inverno dentro

non
potevamo toccare niente senza ferirci

spezzandoci le dita
inseguivamo i mendicanti per farci un po' di elemosina

 

4
4 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 18/03/2016 09:39
    Versi rapidi e incisivi, nella concezione e nella soluzione, una sosta veloce e propizia per raccontare il rapporto tra anima e sentimento amoroso. Sublime Vi... molto bella
  • Francesco Andrea Maiello il 17/03/2016 15:49
    ... e con l'energia solare... inseguivamo i mendicanti...
  • Don Pompeo Mongiello il 17/03/2016 14:52
    Molto piaciuta ed apprezzata questa tua bellissima!
  • Rocco Michele LETTINI il 17/03/2016 13:56
    SUPERLATIVI DISTICI MERAVIGLIOSAMENTE COSTRUTTI...
    SEMPRE ORIGINALE ET... CREATIVO VINCENZO.
    SERENO MERIGGIO.

4 commenti:

  • Antonio Tanelli il 18/03/2016 14:28
    Molto bella Vincenzo, direi accattivante. complimenti davvero.
  • Gianni Spadavecchia il 18/03/2016 10:45
    Ci nutrivamo di sole e di luce. Come se fosse l'unica a completarci davvero.
    Bella.
  • loretta margherita citarei il 18/03/2016 04:52
    c'è chi mendica sempre un po d'amore, incredibilmente bella
  • TIZIANA GAY il 17/03/2016 13:25
    che bella e intensa l'espressione :ci nutrivamo di sole.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0