accedi   |   crea nuovo account

L'affetto che ho per te

Ricordi quando ero piccola?
Non volevo stare da sola con te,
avevo quasi timore e piangevo;
come la bambina che ero.
Te lo ricordi? Io sì, benissimo,
ti volevo bene ma avevo paura,
era una cosa che non sapevo controllare;
ero ancora una bambina.
Ma poi, crescendo, ti ho saputo apprezzare,
ho iniziato ad amarti anche come uomo,
ad ammirarti ogni singolo giorno;
mentre crescevo tu mi sei stato accanto.
Ti ho voluto sempre più bene,
e ancora di più te ne vorrò.
E adesso non ricordo giorno in cui non ti voglia bene.
Sei il papà che non potrei nemmeno desiderare;
grazie, per ciò che mi hai sempre dimostrato.

 

l'autore Gianni Spadavecchia ha riportato queste note sull'opera

Una poesia scritta per mia sorella a mio padre.


2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 18/03/2016 11:23
    VERSI CHE TRATTENGONO IL RESPIRO... ECCEZIONALI QUANTO EMOZIONANTI.
    LIETA GIORNATA GIANNI.
  • Vincenzo Capitanucci il 18/03/2016 09:38
    molto bella Gianni... un brava a Tua sorella..

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0