PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La vita

La vita. Tripudio di date,
di promontori densi di paure,
di riverberi di viaggio dove nasce
il sogno nella sua forma primordiale.

La vita è una festa che crea
scorrevolezza:
l'andare del fiume,
il conto alla rovescia prima
di partire,
lo scorrere lento del calendario
celeste oppure i viaggi dentro al mondo
-così tumultuosi, così elastici-.

Questo fluente divenire
che ci ha fatto diventare da bambini
a vecchi, che ci ha imbiancato i peli,
che ci ha resi così stitici di sogni
e cinici fino all'inverosimile.
Questo divenire è la morte,
è l'essenza del Paradiso perduto.

Siamo quote di sogno staccate dall'album
della libertà: così chiusi, stretti stretti,
asfissiati fino a diventare terra e polvere e
mangiare dei vermi.
Il nostro sogno è non fermarci
davanti all'abituale, andare oltre,
trovare strade( è forse questo
lo scopo della vita?)

La vita è solo un attimo di mera follia,
una delusione, un compromesso;
Tutto e Niente, rinchiuso in questa festosa gabbia
di magia dorata.

 

2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 19/03/2016 19:25
    SEMPRE ECCELSE LE TUE RIFLESSIONI IN CHIUSA. LIETA SERATA FERDINANDO.
  • Vincenzo Capitanucci il 19/03/2016 09:48
    Siamo quote di sogno staccate dall'album
    della libertà .. e a volte anche dalla realtà ...

2 commenti:

  • eleonora il 20/03/2016 10:06
    La vita è Tutto e Niente, dipende dal punto dal quale la osserviamo e da cosa riusciamo o possiamo vedere...
  • Gianni Spadavecchia il 19/03/2016 12:48
    Una gabbia a volte anche illusoria. Sarà anche un momento, ma dura davvero tanto.
    Apprezzata.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0