PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A la pompeiana

Miei cari
son lieto
di avervi a questa mensa,
spezzare con voi
questo pane,
che da ora sarà
lo mio corpo,
alzando i calici
insieme
vin rosso beviamo,
e da oggi mio sangue
diventa.
Fino a la fine
de li giorni
così sarà.

 

2
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 23/03/2016 13:43
    DIVINAMENTE ENCOMIABILE LA TUA SEQUELA "A LA POMPEIANA".
    LIETO MERIGGIO.
  • Vincenzo Capitanucci il 23/03/2016 11:14
    un ultima cena... in un magico e sacro... ambiente.. Buona Pasqua.. Don..

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0