username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Alle pendici del Vesuvio

Come edificio consunto
hotel d'altri tempi
il ristoro è finito
alle pendici del Vesuvio
rapida sale la malinconia
al ricordo della magnificenza.
La dolce indifferenza
ama ed è tradita
nella notte la rincorre
con la falce della luna
identica nello stupore
si sforza d'apparire
irosa morde la sua lingua.

 

2
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 05/04/2016 21:09
    L'HA RECENSITA EGREGIAMENTE VINCENZO...
    DA ME LA MIA LODE ARTISTICA E... UNA SERENA NOTTE.
    *****
  • Vincenzo Capitanucci il 05/04/2016 13:23
    Passeggiando tra le rovine di Pompei.. sale la malinconia di un tempo che fu... magnificenza..

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0