accedi   |   crea nuovo account

L 'Avo-cado

Non puoi vedere e non capire nello stesso tempo
a meno che tu non ti sia schierato per interesse
condizionamento
o
ingannevole inerzia

con la parte affabulatrice


puoi delegare le colpe del tuo mancato risveglio ad un maggiordomo inesistente

Questa mattina dopo aver percorso via Leonardo da Vinci e i suoi luminosi aranceti sono andato in piazza del diavolo

e lì
fra tanta frutta esotica e fresca mi sono comprato un avocado

nel frattempo

erano giunti a casa mia

i cataloghi di mondo convenienza

 

2
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 14/04/2016 13:21
    Davvero un bel poetare il tuo. Bravo assai.
  • Gianni Spadavecchia il 08/04/2016 19:45
    Mi è piaciuta perchè molto scorrevole e chiara.
    Bella.
  • Rocco Michele LETTINI il 08/04/2016 09:38
    UN LASCIA-RIFLETTERE MAGISTRALMENTE REDATTO IN ESPLICITI VERSI...
    LIETA GIORNATA VINCENZO.

1 commenti:

  • Wester Auxano il 09/04/2016 06:32
    Tu-Io... e poi Io-Tu.. in mezzo l'altalenarsi ritmico tra evocazione- spontaneità... e programmazione convenienza... morte e vita, vita e morte... Bravissimo Capitano, come sempre... mio Capitano...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0