accedi   |   crea nuovo account

Testimone

Immerso nel mio cosmo, raccolgo cocci d'esistenza
cerco immagini sbiadite dal tempo
si frappongono confuse, roteano luccicanti
mentre in preludio, leggera melodia risuona.

Sgargianti colori di pittura astratta
come enigma sancisce l'appartenenza
a questa vita, tra anni in giorni e notti alterne.

Ho cercato di trasformare in sogno, colmo d'armonia
il destino, dove l'azzardo è vivere
ma ora che ho attraversato il mio tempo
a chi racconterò d'essere testimone d'anime innocenti
chi mai vuole ascoltare di falsi amori
del tradimento dell'uomo che coinvolge Dio.

L'aria odora dei profumi di una nuova primavera
nella clessidra la sabbia continua a scorrere
ho riposto nella mia stella la fiducia
pensando che mi assista dal cielo
poi ho solcato i nari, sulla duna impressa l'orma
sulle cime immacolate, respirato la pura brezza
nelle città mi sono confuso tra la folla.

Ora esauriti tutti i compromessi
nell'aurora di un futuro affidato a insensate probabilità
sono come un libro illustrato dimenticato in biblioteca.

 

0
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 12/04/2016 12:06
    Lunga, ma bellissima, seppur non entra nel mio stile.
  • Rocco Michele LETTINI il 10/04/2016 10:33
    LA STROFA DI CHIUSA È L'AVLLO PIU' FEDELE IN SI' DILIGENTE QUANTO ESPRESSIVO VERSEGGIO.
    LIETA GIORNATA.
  • Federica Cavalera il 10/04/2016 07:01
    Eccezionale la chiusa, una poesia che trasmette una certa disillusione per la vita. La vita frenetica che ad un certo punto rallenta il ritmo e ci fa fare un bilancio delle nostre decisioni

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0