accedi   |   crea nuovo account

Il dramma di una donna

È una notte calda
la luna
è un artificio in mezzo al cielo.

Non ci sono stelle
solo pozze d'acqua scura
natanti nella notte.

Tu non mi baci,
tu mi lasci.

Sento il dolore come una seconda pelle
il rumore delle pietre sulla mia tomba
il dramma di una donna.

È una notte calma
senza stelle
la luna
è umida e crudele.

Tu mi lasci,
tu non mi baci.

Sento i segni delle catene che mi imprigionavano
sulla mia pelle nuda
sento il respiro che manca
come una sepolta viva
ma esco, sono uscita, dal cono d'ombra
che mi proiettavi in faccia.

 

2
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Federica Cavalera il 13/04/2016 14:53
    stupenda questa poesia che da un lato racconta una storia d'amore conclusa ma traspare anche il problema del fatto che la persona che hai accanto ti metteva in secondo piano "sono uscita dal cono d'ombra".

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0