PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A caso

Quanti silenzi hanno saputo dare
oggi
le tue parole?

Tra epici e lirici
i poeti
non si lasciano masticare
dal crepitio di frasi senza senso
né muoiono nel sentimento
di quarta generazione

sono in cerca forse di utilità
come cavalli che corrono nel deserto
sfidano fieri la modernità
perché vedere significa
riconoscere i vessilli
dietro le immagini
esercitarsi nella calligrafia del nulla
bella oltre i richiami
del suono

e questa nuova solitudine
condivisione
di monadi antiche
è un po' quella del bimbo
che scopre una torcia elettrica
e illumina il mondo qua e là
a caso.

 

3
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 22/04/2016 05:22
    e questa nuova solitudine silenziosa.. è sublime condivisione.. di vessilli nascosti dietro alle immagini di un Poeta..
  • Rocco Michele LETTINI il 21/04/2016 13:06
    UN DECANTO CHE TI ELEVA PER QUANTO DI LUMINOSO HAI SAPUTO TRASMETTERE IN VERSI D'ALTA CULTURA LETTERARIA E... NON SOLO.
    LIETO MERIGGIO.

2 commenti:

  • Antonio Tanelli il 21/04/2016 15:04
    A mio modesto avviso, opera di spessore, sia per le immagini che per il significato. bellissima.
  • Gianni Spadavecchia il 21/04/2016 11:12
    Poeta come un cavallo in un deserto, come un bambino che ILLUMINA il mondo qua e là a caso.
    Esatto, lo illumina. Ha solo se stesso il poeta, ma ci riesce.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0