accedi   |   crea nuovo account

Qui nella diocesi del Winchester

La stanza era buia
la lampadina che penzolava da un buco del soffitto
non s'accendeva più

era notte
erano i giorni dei lampadari perduti
e
s'udiva il lento piovigginar del tempo sulle cose

Virginia Louisiana Georgia e Sud Carolina
nel loro bianco abito da festa
parlavano mentre prendevano un Tè Deum all'oppio
della prossima lotteria parrocchiale

ma nei campi non c'era abbastanza
cotone e tabacco
per curare il canto martoriato dei neri

né abbastanza piccolo fumo
in una bottiglia di whisky
per far tornare la libertà selvaggia dei bisonti defunti nella diocesi di Winchester

ma venne
un pensiero più luminoso di un raggio di sole
nel parlarci

di come il sole nell'alba è il sublime sogno
di come nel dì della notte l'anima è il lume

s'accende

e
apre
la via
a porte di stelle

a giorni senza età
di cielo

e
rende
ancor più vero

il silenzio della carta

quel foglio d'anima

che sfugge
al nostro sentire di terra

12

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

già pubblicata con il titolo... Dio c'è sì... ma ho fatto qualche piccolissima modifica...


2
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 01/08/2016 17:19
    Se non fosse stata così lunga l'avrei trovata perfetta. Comunque i miei complimenti!

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0