accedi   |   crea nuovo account

Ginestre e dimissioni

Classiche sono le immagini
Quando danno riposo
Alla mente
E celano
Inquietudini sottili
Non sempre risolte

Campi di ginestre
Così vicini al sonno
E alle poesie melanconiche
Sostengono la voglia di un'assoluta
Mancanza di conversazione
Tra inerzia e vacanza

come
ricordi

Hanno un futuro
Strano
Vogliono che l'anima
Si dimetta perché
È mancato il tempo
Azzurro delle emozioni
Quella crescita che fa aprire gli occhi
Al linguaggio
Prima dei colori
Costretti da una natura imperscrutabile
A comprare una pace per noi.

 

1
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 03/05/2016 12:13
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua eccezionale.
  • Rocco Michele LETTINI il 26/04/2016 04:43
    SAGGIA SEQUELA CHE SI GIOVA DEL SUO ENCOMIO... NELLA STRAORDINARIA STROFA DI CHIUSA...
    LIETA SETTIMANA.
  • Vincenzo Capitanucci il 24/04/2016 08:06
    La parola ginestra nel nostro inconscio è sempre legata come un ricordo al Leopardi... dai suoi gialli fiori.. nascono azzurri d'anima dalle infinite emozioni..

1 commenti:

  • loretta margherita citarei il 26/04/2016 11:50
    l'armonia della natura quieta e rilassa la mente, provocando profondo benessere, bella bob

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0