PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sono nato

Sono nato
prima che bruciasse la biblioteca d'Alessandria d'Egitto e gli sterpi si rivoltassero contro le aiuole del cielo

sono nato
tra le radici di un libro quando la carta fu legno vivo scampato al metallo della scure

sono nato quando le ciglia della notte lacrimarono una stella incidendo con luce le labbra del sonno

sono nato
nei Tuoi occhi

sacerdotessa di un fuoco mai estinto come il corpo di un'anima ignuda per vedermi danzare tra le fiamme del mondo

sono nato
più volte

in ogni mitico ricordo

quando il sapere aveva un sapore d'Amore abbracciante l'infinito in una pozza di rugiade

nel silenzio puntellato ad un Atelier stellato di poeti transitanti con specula indagante il perché di ali spezzate fra specchi in becchimi di sole

Sono nato nel becco di una cicogna alata attraversando in volo un fazzoletto del tempo

 

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 26/04/2016 07:59
    SEI NATO NELLA POESIA PIU' INVIDIABILE... UNA SENSAZIONALE SEQUELA FIRMATA MAGISTRALMENTE...
    LIETA GIORNATA.
    *****

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0