PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il mare dentro (primo accenno di accertata follia )

- e sotto il maestrale urla e biancheggia il mare - Carducci

Se mi osservo
divento scoglio

servo

di una unità infranta
il nero nervo

ma se il vento
scompiglia il sentire del mio pensare

liquida la mia fronte

e
torno essere onda

di un mare infinito
la tempestosa e folle fonte

 

2
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 04/05/2016 14:36
    Un plauso piú che meritato per questa tua sublime.
  • Rocco Michele LETTINI il 03/05/2016 06:23
    UNA FOLLIA PER CANZONARCI CON VERSI DI ELEVATA MAESTRIA E SUPERLATIVO OSSERVARE.
    LIETA GIORNATA VINCENZO.
  • andrea il 03/05/2016 06:17
    credo che tutti siamo un po folli, invidio la tua follia...

2 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 03/05/2016 09:14
    Bella. Immedesimarsi in un'onda che si muove a passo del mare, nonostante i cambi di rotta e le tempeste.
  • loretta margherita citarei il 03/05/2016 06:05
    bella poesia con ottime metafore marine a descrivere stati d'animo, 1 abbraccio cap

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0