accedi   |   crea nuovo account

Il mare, il cielo, il vento

Com'è presago il mare nei suoi colori.
Egli sa che verrà tempesta e si prepara,
non come il cielo idiota
che si crogiola nei pochi spazi vuoti,
dove s'incastra il sole, e sogna
di rimanere azzurro anche se
nuvole sbuffanti lo marcano stretto.

Il mare sa, non si fa fregare,
si prepara alla battaglia notturna:
muta l'azzurro in verde, livido di rabbia,
caracollano le onde, che schiumano
e rombano come motori.

Com'è presago il mare in sintonia col tempo,
complice pure il vento con il suo tormento,
sembrano deridere il cielo: cretino contento.

 

7
5 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 17/05/2016 10:13
    ahahah.. molto bella e simpatica!
  • Gianni Spadavecchia il 15/05/2016 11:35
    Il cielo come metafora dell'ingenuità a confronto con chi ormai di vita ne ha vissuta e di esperienze ne ha fatto e non vuol più farsi fregare.
    Bella.
  • Don Pompeo Mongiello il 13/05/2016 12:41
    Un plauso floreale maggiolino ben meritato per questa tua bellissima!
    Sarebbe bello seguire la scia
  • Vincenzo Capitanucci il 13/05/2016 09:28
    dalla beatitudine del cielo... alle tempeste che porta il vento di tutti i giorni.. nel corpo ondoso delle nostre anime..
  • Rocco Michele LETTINI il 13/05/2016 07:50
    METAFORE CHE DANNO IL SENSO DI UN VIVERE INSALUBRE, NOCIVO... E DICIAMO PURE VENEFICO.
    LA MIA LODE SILVIA PER COTANTO ACUTO VERSEGGIO.
    SERENA GIORNATA.
  • vincent corbo il 13/05/2016 05:29
    Povero cielo... più che cretino forse ingenuo. Sei sempre unica nella fantasia.

5 commenti:

  • silvia leuzzi il 03/06/2016 12:17
    Grazie dolcissimo Pompeo, scrivo poco ultimamente, poca ispirazione, poco tempo. Grazie a breve scriveremo qualcosa di nuovo grazie sei davvero specialissimo
  • Don Pompeo Mongiello il 03/06/2016 10:10
    Io non ho che commentarti, ovunque vado già ci sono, ti invito quindi a scrivere ancora.
  • silvia leuzzi il 17/05/2016 14:03
    Grazie Fri, sono contenta che ti abbia messo allegria
  • silvia leuzzi il 15/05/2016 17:05
    Ahah carina Gianni è vero, ma io mi sento sempre cielo!
  • silvia leuzzi il 13/05/2016 14:51
    Ahahahhah Vincent hai ragione povero cielo, come poveri noi ingenui e inguaribili sognatori, però musicalmente ci stava meglio. Grazie Pompeo sono contenta ti sia piaciuta, e grazie al dolce Vincenzo che ha proseguito il verseggio, dandoci dentro come in una jam session, che la trovo un modo ideale per vivificare la poesia. Grazie Rocco, noi conosciamo l'humus di tutto il guardarci intorno. Grazie a tutti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0