username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Specialità della casa

Novella cameriera, m'inviti a sedere
al tavolo delle perplessità
e prestigio ottieni
servendomi portate di tenebre e luce.
cupa o radiosa, sei in bella mostra
come preziosa porcellana, decorata a mano,
posta nella cristalleria
ma per la tua indole molesta
mi privi d'antipasti d'estasi.
proponi però menù a scelta o
specialità della casa:
delicati candori in agrodolce
e stillicidio d'involtino ripieno in barlumi di felicità.
mentre albergo ad ore in panciolle
sazio di strazio e digiuno di te,
m'imbocchi di straccia pazienza
invisa a luculliane attenzioni che preferirei.
comunque se per alcuni
parlare a bocca piena è
peccato, beh, con te io, peccherei.

 

2
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 23/05/2016 15:23
    Un plauso dovuto e sincero per questa tua bellissima. Che Dio ti accompagni ora e sempre.
  • Vincenzo Capitanucci il 13/05/2016 09:50
    la mente umana.. come una novella cameriera peccatrice ... e non come ancella divina .. mi priva di antipasti d'estasi...
  • Rocco Michele LETTINI il 13/05/2016 07:56
    SENTIMENTALMENTE ORIGINALE IN UNA PIACEVOLE SEQUELA POETICA.
    LIETA GIORNATA ANTONIO.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0