PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Linee invisibili

Di punto in bianco
s'innamorò
della verginità silente di un foglio

s'inebriò
di quei spazi vuoti

latenti
infiniti

di biancori indifesi

in attesa di manifestare su linee invisibili l'attimo vertigine di una parola

di tutto ciò
che
non può non essere

dal vivere slegato

pronte
ad accettare tutto

sorprese
dal non avere nessun condizionante orizzonte

così simili
per semplicità e ingenuità di cuore

ad un manto di neve caduto in fiocchi leggeri dalla sua anima

e
riportati in volo da un soffio di voce

 

2
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • silvia leuzzi il 13/05/2016 15:05
    Precipita lungo una striscia di bava di nuvole
    alla ricerca selvaggia del sole,
    e poi si oggettivizza tra linee
    morbide erotiche curve
    dove il pensiero s'incaglia
    o lì si ferma l'infinito.
    Bellissima Vincenzo, ricordi il discorso della jam session che dal jazz finisce in poesia e la scuote e la percuote e gli toglie la polvere che la soffoca. Un bacio a rileggerci Silvia
  • Don Pompeo Mongiello il 13/05/2016 12:44
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua straordinaria davvero!
  • Rocco Michele LETTINI il 13/05/2016 08:02
    CHE DIRTI... UN AMMALIO TIRA L'ALTRO... E LI VERSI S'ELEVANO POETICAMENTE E LETTERARIAMENTE.
    LIETA GIORNATA VINCENZO.
    *****

2 commenti:

  • Antonio Tanelli il 13/05/2016 11:38
    S'entusiasma la parola, nel percepire gli spazi illimitati che le si parano davanti, per renderli ancora più magici.
  • Gianni Spadavecchia il 13/05/2016 08:16
    Linee invisibili di un foglio vergine, bagnato da parole e dall'amore.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0