accedi   |   crea nuovo account

I gufi

Quando l'usignolo
eleva
le sue cavatine verso il sole

sta finendo la primavera

i gufi
nelle cavità degli alberi
dormono

hanno aspettato tutta la notte
sperando
di vedere
il naufragio dell'estate

negli occhi terrorizzati di un piccolo topo

 

2
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 19/05/2016 13:50
    Acuta osservazione messa in versi stupendi.
  • Rocco Michele LETTINI il 19/05/2016 07:49
    Come "figurato" calza a pennello... Esseri malvagi che terrorizzano un ingenuo. Superlativo decanto Vincenzo.
  • silvia leuzzi il 18/05/2016 15:57
    I gufi, quante ciarle potremmo fare, amico mio, ma i tuoi versi mozzano alla logorrea le ali e la sorpresa del pensiero diventa squarcio d'azzurro nel nero.
    hanno aspettato tutta la notte
    sperando
    di vedere
    il naufragio dell'estate

    negli occhi terrorizzati di un piccolo topo
    BELLA

1 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 19/05/2016 08:33
    Davvero versi inebrianti, fanno immedesimare in ogni situazione.
    Piaciuta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0