PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La potenza del Re minore

vi portiamo civiltà
armi, pane e libertà
combattete per la terra
non capite che è una guerra

noi faremo le nazioni
metteremo le elezioni
arriverà mai la fine
della nostra autorità

vedo uomini
vedo popoli
sottomessi alle tue regole
o venduti come pecore

hai deciso cosa è giusto
hai capito la verità
hai inventato la moneta
per comprare avidità

hai ragione sei il mio Dio
rigetto l'Amore a cui credevo io
e seguirò i tuoi precetti
ma prima ascolta i miei progetti

radunerò la mia gente
mi fionderò su di te
e saremo sacrifici
per la dea Libertà

ogni pianta accoglierà
il mio Spirito
ogni fiume ti condurrà
dalla morte

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 21/06/2016 16:07
    Questa poesia ha un alto valore letterario e culturale, non capita forse, ove un solo commento lapidario l'ha accompagnata e solo poche letture le ha fatto da strascico. Dimostra che non si giudica mai l'opera di se stessa, ma l'autore, in questo caso forse non molto conosciuto.

1 commenti:

  • Anonimo il 20/05/2016 19:15
    Piaciuta, bel pensiero.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0