username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Allegoria

Mi vanto
di aver compreso
lo sguardo dell'ermellino

Sacre vergogne turbano
la candida pelliccia
tremolante

Stridulando
la vipera insinua
il bianco signore

La ghiaia ne riflette
tracce dai suoi occhi
curiosi.

 

3
2 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 23/05/2016 04:04
    Un magistrale decanto da cui si evince un acuto et esplicito interpretare...
    Lieta settimana Vincent.
    *****
  • silvia leuzzi il 22/05/2016 23:36
    Bella lettura poetica di un quadro, sei riuscito a ricreare l'opera con schizzi di parole che giocano con il lettore, al quale s'accendono gli occhi curiosi che frugano tra quella pelliccia morbida, con un sottile piacere erotico soffuso e garbato.
    Lo sai io mi faccio i film sulle poesie. Ciao poeta
  • Don Pompeo Mongiello il 22/05/2016 10:22
    Un plauso sincero e dovuto per questa tua bellissima!
  • roberto caterina il 22/05/2016 08:48
    La dama di Leonardo... piena di allegorie e stupenda... Una gradevole riflessione...
  • Vincenzo Capitanucci il 22/05/2016 08:21
    gli ori contenuti in una allegoria... lo sguardo di Ermes di me e del lino .. le sacre vergogne... che ci spingono oltre... stride di luce bianca la Kundalini.. ed il corpo di ghiaia... ne riflette la luce...

2 commenti:

  • maria angela carosia il 22/05/2016 15:14
    Bella, complimenti di cuore
  • Vincenzo Capitanucci il 22/05/2016 09:16
    Lo sfondo è scuro, ma dall'analisi ai raggi X emerge che dietro la spalla sinistra della dama era originariamente dipinta una finestra.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0